Valentina, la regina dei bottoni


7 novembre 2011

Domenica abbiamo avuto davvero tanti visitatori al Wools of Europe, con un’affluenza media di una ventina di persone ogni mezz’ora. Alcuni sono arrivati perché hanno sentito parlare del nostro punto vendita, altri erano del posto e hanno approfittato della giornata di pioggia per venire a vedere cos’è questa mostra di Miagliano di cui hanno parlato alla radio. È stato molto bello, un vero punto d’orgoglio per noi. In più uno degli ospiti si è fermato a raccontarmi quello che sapeva dell’ex Cotonificio Poma, dove lavorava suo nonno. Mi ha parlato di quando, verso la fine dell’anno scolastico, andavano davanti alle scuole a chiedere ai bambini di terza elementare se fossero interessati a lavorare per i mesi estivi nel cotonificio, e di come, nella pausa della merenda, distribuissero pane e cioccolato, allora molto difficile da trovare lontano dalle città. I ragazzi bevevano da secchi pieni d’acqua muniti di mestoli e quando la “direttrice” batteva le mani e diceva: «Fine della ricreazione!», i ragazzi tornavano al loro lavoro. È stato incredibile ascoltare il suo racconto, di cui non conoscevo nulla. Assolutamente affascinante!

V.

8 novembre 2011

Oggi ho incontrato una mia ex insegnante del liceo. È venuta a visitare la mostra, e inizialmente non l’ho riconosciuta, nonostante avesse un volto familiare. Mi ha fatto il terzo grado su cosa facessimo, da dove venissero le lane, perché le avessimo qui noi, con un atteggiamento che mi ha messo a disagio. Dopo un po’ mi ha riconosciuta ed è iniziata una discussione sulle scuole che avrei volentieri evitato. Alcuni insegnanti sono riusciti a lasciarmi qualcosa, altri no. Lei purtroppo fa parte della seconda categoria. Un’amica su Facebook li chiama “gli equilibristi”: quelli che, da dove ti stanno, non sono ancora caduti. L’ho trovata una definizione sensazionale.

V.

9 novembre 2011

Oggi il signor L. ci ha fatto morire dal ridere. Ha preso il bellissimo cappellino di lana Oropa grigia che mette sempre quando piove, e ci ha applicato in cima un pon pon di lana rossa. Non che stia male, per carità. È solo simile a un buffo fumetto di cui non ricordo il nome… Non riesco a guardarlo con addosso quel berretto senza scoppiare a ridere!

V.

11 novembre 2011

Oggi è stata una splendida giornata di sole e ne ho approfittato per andare a trovare la mia cavallina. Bella sporca, si era rotolata nel fango come una bistecca impanata! D’altronde, per quanto sembri assurdo, è questo il modo in cui si puliscono dalla polvere del sudore sotto il pelo. Ho provato a farla girare un po’ al trotto con la corda lunga, ma non ha gradito più di tanto. Mi sa che ci sarà un bel po’ di lavoro da fare insieme. Per ora continuerò a farla trottare così, almeno finché non viene ferrata e il terreno diventa un po’ meno molliccio. Poverina, scivola e slitta in continuazione! Al lavoro invece ho quasi finito del tutto la pagina dei bottoni. Per la prima volta è tutto fatto da me: fotografie, impostazione, ritocchi, descrizioni (ancora da terminare), tutto tutto! Sono proprio orgogliosa!

V.

Advertisements

2 risposte a “Valentina, la regina dei bottoni

  1. anch’io sono orgogliosa di te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...